Stoccare materiali sfusi

Materiali sfusi come segatura, trucioli di legno, calce, ecc. possono essere agevolmente stoccati in silos di deposito, i quali consentono di:

  • contenere una notevole quantità di prodotto (fino a 12.000 m³) all’interno di un ambiente controllato;
  • ridurre il rischio di incendio e di esplosione;
  • risparmiare tempo nello spostamento dei materiali da una fase di processo ad un’altra;
  • recuperare spazio da destinare ad altri scopi.

I materiali sfusi vengono introdotti all’interno dei silos tramite sistemi di trasporto pneumatico o convogliatori meccanici, i quali si basano sul trasporto dei materiali all’interno di tubazioni, per mezzo dell’aria, anche per lunghe distanze. Il prodotto stoccato viene poi estratto dal fondo del silo attraverso adeguati sistemi di estrazione.
In presenza di materiale potenzialmente esplosivo, i silos di deposito ed i sistemi di estrazione vengono sviluppati e prodotti in conformità alla direttiva comunitaria 2014/34/UE (Direttiva ATEX).

Silos

Maggiori dettagli sulla soluzione

Mion Ventoltermica, per rispondere al meglio alle molteplici esigenze dei propri clienti, progetta, costruisce ed installa silos di deposito con differenti capacità di contenuto (dai 50 ai 12.000 m³) e con forme strutturali diverse (cilindrici, conici e rettangolari).
I silos di deposito Mion Ventoltermica vengono inoltre dimensionati e costruiti sulla base dei seguenti aspetti:

  • tipo, forma, granulometria ed acidità del materiale da stoccare;
  • quantità di materiale da stoccare;
  • peso specifico;
  • vischiosità;
  • umidità.

Il prodotto stoccato viene successivamente estratto dal fondo del silo mediante un sistema di estrazione.
Mion Ventoltermica costruisce silos di deposito secondo le disposizioni della normativa UNI EN ISO 3834-3 (certificazione di prodotto/processo – qualità della saldatura e fusione dei materiali metallici), della norma UNI EN 1090-1 (esecuzione delle strutture in acciaio), delle Norme Tecniche per le Costruzioni relative all’attestazione di Centro di Trasformazione N. 2763/13 e, più in generale, in ottemperanza alle leggi italiane e alle direttive europee.
In presenza di materiale potenzialmente esplosivo, i nostri macchinari vengono progettati e realizzati in conformità alla direttiva comunitaria 2014/34/UE (Direttiva ATEX), con valutazione ed analisi del rischio esplosione relativo al tipo di prodotto insilato.

Condividi su